Responsabilità sociale e responsabilità individuale

Venerdì ho avuto la fortuna di fare la prima dose del vaccino Pfizer (ho perso per un soffio il monodose Janssen [Johnson&Johnson] per esaurimento scorte). Confesso che nutrivo qualche timore verso l’AstraZeneca, ma avrei fatto qualsiasi vaccino mi fosse stato proposto, ve lo posso garantire. Pfizer-BioNTech, forse uno dei vaccini più all’avanguardia, mai concepito sino…

Parlando di robotica (da “neofita”)

Ho atteso questa mostra per un anno.E finalmente il 1° maggio (giorno di apertura) l’ho visitata, previa prenotazione (obbligatoria nel weekend e consigliata durante la settimana; ma consiglio ugualmente sempre e comunque la prenotazione per non avere imprevisti sulla porta del museo). Mi sono divertita ed emozionata. Divertita perché la mostra racconta ed illustra senza…

Irvin D. Yalom

“Non è il fatto di commettere errori a essere importante, è l’uso che se ne fa.” (Irvin D. Yalom, “Diventare se stessi” Ed. Neri Pozza) I libri di Irvin D. Yalom non sono mai dei “semplici libri” (ammesso che un libro possa essere semplice).Sono sempre delle occasioni di qualcosa di altro.E questo libro, la sua…

Comunicazione schizofrenica e dinamiche decisionali labirintiche

Durante questo anno appena trascorso, dopo i primi mesi che mi hanno generato qualche difficoltà emotiva, ho iniziato a seguire con maggiore attenzione la gestione della crisi e la relativa comunicazione (quest’ultima, talvolta, al limite dello schizofrenico; soprattutto qui in Lombardia). Ne ho scritto spesso su Facebook (che considero e tratto come una sorta di…

L’esperienza di TEDxNavigliWomen

Organizzare un TEDx è sempre una impresa molto “impegnativa” (per usare un eufemismo). E organizzarlo durante una pandemia (in lockdown), lo è ancora di più.Se poi decidi di farlo in diretta con le/gli speaker collegati in remoto da varie parti d’Italia (e del mondo), la complessità aumenta. Piattaforme, connessioni più o meno stabili, condivisioni sui…

Il discorso di Arnold Schwarzenegger

Sta facendo parlare molto di sé.Mi riferisco al discorso di Arnold Schwarzenegger. E dopo una mia personale iniziale perplessità, qualche riflessione l’ho fatta. Confesso che quando me lo hanno segnalato, ho nutrito qualche “pregiudizio anticipatorio” (complice qualche mio bias sul tema).Che però è scomparso ascoltandolo. Infatti se da un lato ho constatato un utilizzo di…

Punto nave

1 Gennaio 2021Primo giorno dell’anno.Dopo un anno molto diverso, come ben sappiamo. Di solito la ritualità quasi propiziatoria prevede bilanci, liste dei desideri, buoni propositi, obiettivi… Una ritualità che ho sempre fatto un po’ fatica a seguire, che ho assecondato per una sorta di “dovere sociale” e rispetto delle “regole”.Ma quest’anno la condizione è diversa.Molto…

Responsabilità, linguaggio e capacità di visione

Se non ci fosse di che seriamente preoccuparsi, questo periodo sarebbe il perfetto test in campo di una simulazione distopica degna dei migliori libri futuristici e cyber-punk.L’esempio perfetto di un (altrettano) perfetto esperimento sociale (come scriveva Annamaria Testa in un suo articolo di qualche mese fa su Internazionale: Coinvolti in un gigantesco esperimento sociale). Cerco…

Riprendendo i podcast

L’altro giorno pensavo (ed esternavo su Facebook): Stavolta non mi faccio fregare come al primo giro. No.Perché al “primo giro” sono andata in sovraccarico emotivo e non ho letto un libro per tutto il lockdown (una anomalia per me, che sono una “lettrice forte”). Recuperando poi (tra prestiti in biblioteca, acquisti e audiolibri), viaggiando oggi…