Resistenza, tempo e paragoni

Fare “l’attività” (come viene comunemente definito il “marketing relazionale”, cioè il network marketing) è una gara di resistenza. Fisica ma anche – e forse soprattutto – mentale. In questa “gara” (con te stesso e con le tua convinzioni) ti confronti con due principali variabili.Comunque applicabili anche a tante altre professioni. Paragonarsi agli altri. Per fare questa…

Di linguaggio e comunicazione

Nel precedente post ho scritto di “azienda che parla la mia lingua“. Una frase (ed una sensazione più o meno consapevole) che ha guidato la mia scelta nell’ingresso del mondo del network marketing.Un mondo ed un mercato già di per sé di difficile approccio e che – se non ben gestito – rischia di trasformarsi…

Relazioni e vendita

Il post qui sopra, pubblicato sul mio profilo Facebook, data 29 maggio.E rappresenta l’ufficializzazione di una nuova spinosa (per me) avventura. Perché “spinosa”?Perché il network marketing è una “cosa” che ho sempre osservato con grande sospetto, da debita distanza.Profondamente perplessa (per usare un eufemismo) da tutti quei comportamenti esagitati e percussivi che spiccano nell’ambiente. Che…

Sulla vendita (ogni tanto ci torno)

L’ho scritto in passato (su questo blog e in diversi post sparpagliati nei social network), l’ho raccontato in qualche discorso Toastmasters ed è un concetto che – da quando ne ho preso coscienza qualche anno fa – non mi ha più abbandonato. Quando mi sono resa conto che anche io (che con la vendita –…

Non solo vendita ma anche cultura

Oggi, nel riordino post-vacanziero delle mail, ho dedicato qualche minuto in più di attenzione alla newsletter di Zumtobel (nota casa di produzione di lampade). E nel prestare maggiore attenzione, mi sono accorta (probabilmente con un notevole ritardo rispetto alla effettiva messa online) del loro sito #lightlive, scoprendo un mondo nuovo. Conosco Zumtobel da tempo, e l’ho…

Vendita Venditore Vendere – il video dello speech

Raccontare per iscritto uno speech al Toastmasters è un po’ un controsenso. Va bene per descrivere i contenuti, dare dei riferimenti bibliografici, fare delle considerazioni aggiuntive che il tempo dello speech non ha consentito. Ma Toastmasters è soprattutto Public Speaking. Ed il Public Speaking è composto da moltissime variabili: contenuti, linguaggio, tono di voce, linguaggio…