Scrivere al Museo – Episodio 2

Il secondo Episodio del percorso “Scrivere al Museo” si è svolto nella Casa Museo Boschi Di Stefano.
Un luogo abitato fino al 1988 e successivamente donato al Comune di Milano (con il suo ricchissimo patrimonio artistico) e aperta al pubblico nel 2003.

Percorrere i suoi spazi (per me era la terza volta che visitavo il luogo, ma è stata come se fosse stata la prima) è come essere realmente in una casa: nonostante la sua “identificazione” museale, resta un ambiente “domestico” nel quale è facile immaginarsi come poteva essere quando la famiglia Boschi era in vita e vi dimorava.

E l’esperienza inizia sin dal portone sulla strada: varcandolo, salendo le scale, apprezzando l’architettura di Piero Portaluppi (l’architetto che la progettò alla fine degli anni Venti del secolo scorso), intuendo come l’intero edificio doveva essere una casa viva (sul pianerottolo puoi trovare un pianoforte dell’epoca che non è una ricollocazione, ma è sempre stato lì).

Scoprendo – non da ultimo – al piano terra il laboratorio di ceramiche dove Marieda Di Stefano coltivava la sua passione e aveva una scuola.

E proprio sulla figura di Marieda Di Stefano (di cui si sa ancora poco) abbiamo esercitato la nostra fantasia di scrittori dilettanti.
Stimolati dalle poche immagini reperibili della nostra protagonista, dal tema dell’incontro (“I personaggi”), dalle atmosfere, dagli ambienti e dagli oggetti della casa.
Sollecitati da Elena Mearini e Giuliano Gaia.
Ognuno di noi ha osservato, riflettuto, immaginato, ipotizzato e inventato, scrivendo alcune righe, immaginate in diversi momenti della sua vita.

[Lo sguardo su Marieda]

Immaginando(si) una giovane allieva della sua scuola di ceramica.

“Mi intimoriva ma – nel contempo – mi incuriosiva.
Avevo davanti a me una donna essenziale.
Apparentemente severa e rigorosa.
Ma intuivo intimamente ricca e dalla quale sapevo avrei imparato molto.”

[L’infanzia di Marieda]

Immaginando Marieda che ricorda la sua infanzia.

“Ho sempre amato la terra ed i suoi colori.
E il momento più bello dell’anno per me era l’estate, quando con i miei genitori andavamo in campagna dai nonni e finalmente ero libera di affondare le mani nella terra per creare, costruire e modellare.
Passavo le giornate esplorando i dintorni della cascina, mai stanca.
Alla ricerca di sempre nuove sfumature e nuovi colori che la terra mostrava.
Portandomi dietro un piccolo secchiello pieno di acqua.
Impastavo, pasticciavo e creavo… piccole statuine, piccole forme, che asciugavo al sole e mostravo orgogliosa alla famiglia riunita alla sera attorno al grande tavolo sotto il pergolato.”

[Vita coniugale: un ricordo di Marieda]

Immaginando un ricordo di Marieda, sposata con Antonio (Boschi).
La casa, i nipoti, la famiglia e la coppia affiatata.
La loro passione per l’arte che li ha resi dei grandi collezionisti.

“Ricordo ancora come se fosse ieri, quel giorno.
La preoccupazione di Antonio vedendo gli adorati nipoti che correvano per casa.
I quadri appoggiati alle pareti, sfiorati dalla gioiosa energia dei bambini che si rincorrevano, entrando ed uscendo dalle porte.
“Speriamo non inciampino nei quadri”, sussurrò.
E non fece quasi in tempo a finire la frase che si sentì un gran fracasso seguito da una grande silenzio.
Sorridendo con tenerezza, seguii Antonio che si avviò mesto verso l’altra stanza, dove il silenzio seguitava a regnare sovrano…”

Link utili:

Edificio di Casa Radici Di Stefano (dai nomi delle imprese costruttrici)

La gallery delle foto che ho scattato quel giorno e nelle visite precedenti:

Il sito della dimora:

Il sito che raccoglie le case museo milanesi:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.