Kandinskij (a Palazzo Reale)

Temevo che una visita guidata alla mostra di Kandinskij, avrebbe minato la mia ammirazione pura nei confronti delle opere di questo artista.
Temevo che l’intervento di un metodo analitico, avrebbe messo in moto l’emisfero sinistro in modalità schiacciasassi, demolendo un mito.
Infatti Kandinskij non l’ho mai voluto capire per non rovinare la meraviglia e la gioia che guardare i suoi quadri mi porta.
Ho quindi affrontato un po’ timorosa la visita guidata  di una settimana fa con Artema.
Invece la mia ammirazione ed il mio stupore sono rimasti intatti.
L’aggirarmi tra le opere provenienti dalla collezione del Centre Georges Pompidou, con una sensazione di piacevolezza e di appagamento visivo, accompagnata dalle spiegazioni di Marina, ha rinforzato la mia ammirazione nei confronti di questo artista.

Di seguito qualche appunto preso durante la visita e qualche suggestione…
Poche spiegazioni.
Solo frasi-flash, appunti, parole chiave e suggestioni prese durante la visita, accompagnate da link a siti esterni (utili per chi legge).
Il mito è rimasto intatto.

La suggestione delle Izbe (case contadine): fuori povere, dentro una esplosione di colori (pareti e mobili colorati).
“È come entrare fisicamente in un quadro.”

Kandinskij, assistendo al Lohengrin di Wagner, afferma di “vedere” la musica.

“Il colore fa vibrare le corde del nostro animo.”
Così la musica.
Kandinskij parte col progetto di ricerca e sperimentazione, in una contaminazione di arti e suggestioni incrociate.

I titoli dei quadri di Kandinskij sono mutuati dai titoli delle composizioni musicali (Improvvisazione, …)

Astrazione: processo di estrazione del soggetto, allontanandosi dalla mimesi, per trasferirla nella soggettività di chi guarda.

Cavaliere Azzurro (il movimento fondato da lui con Franz Marc).
Perché l’azzurro?
Perché l’azzurro è il colore della spiritualità, del cielo, della trasparenza dell’acqua.

“Non vorrei passare per un simbolista, per un ‘romantico’, per un ‘construttivista’.
Mi accontenterei che lo spettatore […] passando da un quadro all’altro scoprisse ogni volta un contenuto pittorico diverso.”
[Citazione letta su una delle pareti della mostra, N.d.r.]

Nelle opere di Kandinskij non si legge il contesto storico nel quale vive (la rivoluzione d’ottobre), come se vivesse in un mondo a sé.
Questo sarà causa di tensioni e contestazioni con il governo del periodo che vedeva l’arte come un canale di manifestazione di “realismo sociale”.

Vedendo il breve filmato della mano di Kandinskij che disegna con una disinvoltura straordinaria, ho la conferma che questi artisti avevano una capacità rappresentazionale unica. Solo passando dalla capacità di disegno si possono raggiungere altri livelli, procedendo per astrazioni, sintesi e metabolizzazioni successive.

Giallo-Rosso-Blu

Giallo-Rosso-Blu

Ogni colore aveva un preciso riferimento ad uno strumento musicale.

ammasso regolato

Ammasso regolato

“Ammasso Regolato”, “Complessità Semplice”,… sono titoli di opere che rappresentano ossimori che rappresentano una dualità interessante.

azzurro cielo

Azzurro cielo

Vedere i bimbi (presenti copiosamente alla mostra) estasiati davanti alle opere di Kandinskij è stato bellissimo: puri, non (ancora) strutturati, sono i soggetti più interessanti da osservare perché veri osservatori non filtrati da sovrastrati di cultura accademica e non.

Uscita dalla mostra mi è venuta voglia di recuperare i testi di riferimento del Bauhaus (che ha rappresentato un importante esperimento di contaminazione tra più arti, di cui Kandinskij fu uno dei rappresentanti).

Per chiudere il link ad un articolo interessante da uno dei miei siti preferiti (Brain Pickings): How Art can Save Your Soul

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...