Districare una matassa elettronica

Giovedì, 22 agosto 2013 – Venerdì, 23 agosto 2013

Dopo la partenza a razzo di qualche giorno fa, complice il libro di Chris Guillebeau, passata l’euforia mi è sorta una domanda…

Sto riordinando i vari profili sparsi che ho nel web…
Ossia:
chiudo Anobii, tanto scrivo dei libri che leggo sul blog;
sgancio Tumblr da Twitter, tanto è il luogo del rilancio del blog e delle foto che pubblico su Instagram (altrimenti Twitter diventa un caos di post doppi…);
congelo Pinterest, tanto mi è più utile Instagram;
continuo ad usare Google+, ma in misura ridotta (perché se non sei su G+ per Google non sei da tenere in tanta considerazione…);
LinkedIn continua ad esistere e verrà un pochino sistemato (altrimenti non esisti per il business, e poi gli articoli del blog vengono condivisi in automatico anche lì);
riordino Twitter, aggiornando il profilo e le liste di coloro che seguo.
[Anche la firma delle mail è stata sfoltita lasciando solo l’indirizzo del blog e quello del profilo di AboutMe (sorta di biglietto da visita elettronico, sul quale lavorerò ancora un po’).]

E proprio riordinando Twitter ho scoperto (per caso) che non solo puoi collegare Twitter a Facebook, e quindi ciò che pubblichi su Twitter puoi condividerlo su Facebook, ma puoi fare anche viceversa…
Ossia collegare Facebook a Twitter affinché quello che tu scrivi sul tuo PROFILO PERSONALE (attenzione!, non pagina pubblica…) può essere pubblicato su Twitter…
[L’ho scoperto perché – con mia grande sorpresa – ho visto che un mio contatto su Facebook riusciva a condividere in automatico i suoi post su Twitter.]

Ho cercato in rete e voilà, ecco un paio di link:
http://www.manuelrosini.it/web/facebook/collegare-facebook-a-twitter/
http://aranzulla.tecnologia.virgilio.it/come-usare-twitter-su-facebook-35928.html
Forse per chi legge è una banalità, ma per me – tuttora neofita migrante digitale in costante inseguimento delle innovazioni social – è una novità. (Sapevo che la funzione esisteva tempo fa, ma che poi era stata rimossa)

Leggendo il primo articolo mi è venuto il dubbio se questa operazione fosse comunque possibile anche se non hai una pagina pubblica… (perché il post ti dice come condividere i contenuti che pubblichi sul tuo profilo E sulla tua pagina… non “O”…). Questione che non viene sollevata nel secondo articolo, dove parla di condivisione dei post del PROFILO sul proprio account Twitter…
Ed è qui che è sorto il dubbio.
Perché se ciò è possibile (il secondo articolo risale a luglio 2013, quindi recente), mi sono domandata perché ho aperto una pagina pubblica (resa visibile anche sul blog, ma questo è relativo), complicandomi la vita e frammentando la mia identità professionale su più sottopagine…

Questo perché…
Visto che il mio profilo personale è pubblico.
Visto che è possibile condividere i post del profilo personale su Twitter.
Visto che (umanamente parlando) il mio profilo personale è strettamente intrecciato con quello professionale.
E pensando alla filosofia di “Hub and Spoke” trovata nel libro di Chris Guillebeau (con il blog – o il sito web – come luogo di elezione, nodo-hub della identità sul web)…
Mi sono domandata ancora, per l’ennesima volta…
Ma ha senso avere aperto una pagina pubblica su Facebook…?
Mi sono venuti dei dubbi (credo leciti…).

Forse può avere un senso nella costruzione di un profilo professionale (nella focalizzazione su un preciso tuo ambito operativo/espressivo): quello che pubblico sul blog viene condiviso solo ed esclusivamente sulla pagina pubblica, mentre ciò che scrivo durante il giorno viene condiviso sul profilo personale…
Ma non ero molto convinta…

Così ho provato a tracciare una specie di “flow chart” (con la App gratuita “Pure Flow” per iPad), per cercare anche di capire come fluiscono le informazioni all’interno della mia personale rete di profili web.
E ho notato un carico, una ridondanza, di post del blog su Twitter (via pagina pubblica di Facebook e direttamente su Twitter)

image
Osservando lo schema, ho pensato a due possibili soluzioni:
sganciare la pagina pubblica da Twitter, lasciando collegato il profilo personale (più attivo); continuando a condividere i post di questo blog sulla pagina pubblica di Facebook;

image
oppure condividere in automatico i post del blog sul profilo personale, sganciando questo da Twitter e lasciando agganciata la pagina pubblica.

image

Però, in questo secondo caso, gli articoli del blog si perderebbero nel flusso piuttosto elevato di condivisioni di contenuti sul profilo personale.
(Mentre la pagina pubblica è una vera e propria “porta dedicata del blog” sul popolare social network.)

Ragionando attorno a queste rappresentazioni grafiche (utili a visualizzare ciò che realmente accade), e alla loro ottimizzazione, credo di avere risposto anche alla domanda da cui è nato questo post: ha senso avere una pagina pubblica?
Sì, penso di sì.
Se ti è utile per focalizzare un preciso aspetto professionale (un insieme di competenze) che vuoi mettere in evidenza.

Ed esaminando anche la struttura di diffusione delle informazioni degli schemi che ho tracciato, quella più funzionale appare essere quella identificata come “prima versione”, che vede la condivisione su pagina pubblica di Facebook.
Quello che poi avviene nelle diramazioni secondarie, appartiene ad una sotto-famiglia di connessioni.
Questo considerando sempre il blog (o il sito web) come principale strumento di lavoro e di condivisione.

Accetto opinioni, consigli, suggerimenti…

Nel frattempo vado avanti per “tentativi-ed-errori”…

Con queste riflessioni penso comunque di essere appena entrata in contatto con una problematica di pianificazione strategica di comunicazione del proprio brand…

Un pensiero su “Districare una matassa elettronica

  1. Pingback: Crescere lentamente… libera associazione di idee | Barbara Olivieri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...