La prima Conferenza Nazionale dei Toastmasters italiani

Toastmasters Italia | Barbara Olivieri

Rientro da un bellissimo weekend a Torino, durante il quale si è svolta la prima Conferenza dei Toastmasters Italiani.

Due giorni di Workshop, Evaluation Contest e Speech Contest (in italiano ed in inglese, lingua ufficiale dei Toastmasters).
Due giorni durante i quali i membri dei Club italiani si sono confrontati, condividendo esperienze e conoscenze. Fornendo spunti di riflessione e motivi di crescita.
Il tutto con il supporto dei colleghi dei Club svizzeri, arrivati in numero consistente a fornire il loro contributo.

Un confronto tra membri dei vari Club, con diverse anzianità di permanenza (dai 15 anni di Graham, ai 2-3 mesi della sottoscritta, passando attraverso i 9 anni di Ivan).
Un confronto di idee tra Club più giovani e Club con maggiore esperienza.

Sono veramente contenta di avere partecipato (anche attivamente in ruoli marginali, visto che sono una neofita).

Quello che mi ha fatto aprire il cuore è l’avere ascoltato e visto persone di tutte le età che, con la loro partecipazione, i loro Speech, il loro entusiasmo ed il loro impegno, rappresentano una realtà costruttiva. Orientata alla condivisione, all’arricchimento e alla crescita.

Ho ascoltato le impressioni positive di stranieri che vivono in Italia (in assoluta controtendenza rispetto alle opinioni comuni).

Ho apprezzato l’impegno dei membri del Turin TM che ci hanno messo l’anima (e notti insonni) per organizzare questa Conferenza.

Ho visto all’opera i Presidenti degli altri club italiani.

Ho visto una realtà che crede in qualcosa. E che si fa il mazzo per realizzare qualcosa, con determinazione.
Bravi, tutti!

Ogni volta che partecipo ad iniziative simili sorge sempre lo stesso pensiero: vorrei vedere più gente, più pubblico. Vorrei vedere più partecipazione, più volontà di crescita e di arricchimento.

Perché Toastmasters è anche un percorso di crescita personale e professionale molto articolato.
Costa impegno e fatica. Ci vuole passione e motivazione. Bisogna partecipare.
Certo!
Ma come tutte le cose preziose, ha un costo e ti da un ritorno che forse non ha paragoni con benefici immediati ed effimeri a breve scadenza.

Visto che il fenomeno qui in Italia sta esplodendo, confido che i Club attuali crescano e che ne nascano di nuovi. Pur essendo in ritardo rispetto al resto del mondo, possiamo ancora farcela.

Concludo dicendo che è stato bello vedere la contentezza, la soddisfazione ed il sorriso felice sul volto di Federico Pisanu (Presidente del Turin TM, club organizzatore dell’evento) alla fine della 2-giorni.

Prossimo appuntamento: Roma ad ottobre/novembre 2012!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...