01-02-2012 Riflessioni sulla perdita di tempo…

bioritmo-umano-university-california-cervello-umore-orologio

Il tempo che si perde nel farsi “riflessioni” su questioni (apparentemente?) indefinite è abnorme.

Lo sto percependo in maniera netta negli ultimi mesi, dove mi accorgo sempre più che quello che effettivamente va fatto, può essere svolto in 1/3 del tempo che si spende normalmente, persi in filosofeggiamenti senza fine.

Se si riuscisse a comprendere questo, avremmo molto più tempo a disposizione per costruire altro.

Invece siamo qui, a discutere di questioni che ci sono state riportate da altri, in loop senza fine.

E per capirsi bisogna fare riunioni su riunioni, volendo così dimostrare che “siamo presenti” e “sul pezzo”, parlandosi addosso.

Per quanto mi riguarda questo è uno dei più grossi dispendi di tempo ed energia, capaci di sfiancarti e distruggerti.

Sintesi. Ci vuole sintesi.

Ma alcune persone la rifiutano, spaventate dal vuoto che si verrebbe a creare se la applicassero.

Anzichè vederla come una opportunità di spazio da riempire con cose nuove, la vedono come vuoto da saturare con parole inutili.

Tutto ciò è veramente molto faticoso e difficile da sostenere.

Mentre il tempo scorre via inesorabile…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...