Verso il 2012…

2012bis-large

“Agenda nuova per il nuovo anno, già qualche impegno inserito. Sul 21 dicembre ho scritto “Fine del mondo”… mi devono confermare solo l’ora…” [Luciano Sartirana, un amico]

Ci siamo.

Siamo arrivati in fondo a questo 2011 denso e percorso da scossoni.

Leggendo i vari articoli di riepilogo dei principali avvenimenti, ci si rende conto che sono accadute parecchie cose. Forse ne sono accadute talmente tante, in un tempo relativamente contratto (365 giorni), che non siamo riusciti a percepirle tutte appieno. Persi ed immersi nelle nostre problematiche quotidiane, alcune enormi, alcune medie, alcune insignificanti.

Se mi fermo un attimo (come sto facendo in questi giorni, cercando anche di tracciare nuove rotte per il 2012 ormai alle porte), e mi volto indietro a guardare cosa è successo, colgo diverse cose non solo personali, ma anche delle persone che mi sono più vicine.

Penso ai miei amici Silvia e Marco, con due figli: una bella famiglia, con i suoi problemi quotidiani, ma sana, di sani principi e valori. Penso a Marco che ha perso il lavoro, e non riesce a stabilizzarsi in una nuova realtà lavorativa; ma non perde la forza e la determinazione di darsi da fare per cercare nuove soluzioni (Silvia lavora in una amministrazione pubblica). Penso alla sua attività di allenamento di una squadra di pallavolo, dove riveste anche il ruolo di educatore, cercando di trasmettere sani principi ai suoi ragazzi. Penso a suo figlio Andrea, adolescente. Un ragazzo che – come dico spesso a Silvia – “si muove su un altro livello”: sveglio, con una mente al di sopra della media dei suoi coetanei, pur rimanendo un ragazzo della sua età. Secondo me farà strada.

Penso ai miei amici Simona e Giulio: è tutto accaduto in fretta. Sposati a maggio, attendono una bimba (Sara) che nascerà a febbraio. Conosco Simona da diversi anni e nell’ultimo anno (anno e mezzo) l’ho vista rivoltare la sua vita come un calzino, passando da una condizione di single convinta, ad una condizione di felicissima donna sposata e futura mamma.

Penso a Stefania e Luca. E penso in particolare a Stefania, che – non facendocela più – ha lasciato un lavoro molto ben remunerato, con ampie possibilità di carriera, per dedicarsi alla famiglia e al marito (con la sua attività autonoma). Mi ricordo ancora che quando mi comunicò che aveva intenzione di dare le dimissioni pensai che stesse per fare la più grande idiozia. Invece rivederla qualche settimana più tardi, da mamma e casalinga, e vederla con i lineamenti del volto distesi e sorridenti mi ha fatto capire molte cose. E ho capito che aveva fatto la scelta giusta.

Penso alla mia amica Ilaria che, nel giro di un anno, ha anche lei ribaltato la sua vita: si è sposata ed ora si avvia a chiudere la sua attività (un negozio di abbigliamento). Una rivoluzione radicale e profonda che l’ha portata a raggiungere due mete che per lei erano veramente molto importanti.

Queste sono solo alcune cose che sono accadute nel corso dell’ultimo anno (anno e mezzo al massimo) nel quotidiano dove vivo. E quelli che qui non ho menzionato non è perchè sono meno importanti per me. Tuttaltro.

Ed io?… Boh!

Dico “Boh!” veramente dal profondo dell’anima.

Apparentemente ho continuato a fare quello che ho sempre fatto. Ma quest’anno sono arrivata in fondo molto più stanca degli altri anni.

Forse, come dice la mia amica Simona, il percorso che ho fatto io ha inciso fortemente sull’aspetto interiore e quindi ha gravato in maniera più incisiva, rispetto ad eventi esterni.

Non lo so. Non so dare una risposta.

So solo che in questi giorni sto riflettendo (e sto scrivendo seriamente su un bloc-notes per la prima volta) su quali obiettivi e quali rotte tracciare. Non è un compito facile e c’è abbastanza confusione. Però mi sono data tempo fino alla Epifania per consolidare alcuni punti. Poi seguirò anche il flusso degli eventi che man-mano mi si presenteranno davanti… Eventi che ad oggi non posso prevedere né controllare, ma potrò affrontare solo quando mi si presenteranno davanti.

Buona fine e buon inizio!

Immagine tratta dal sito http://blog.panorama.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...