Una riflessione

“Quello che il bruco chiama fine del mondo, il resto del mondo la chiama farfalla.” Lao Tzu

Oggi ho saputo che stanotte se ne è andata una persona. Meno di 50 anni.

Non la conoscevo bene: l’ho vista solo forse un paio di volte e comunque la conoscevo di fama.

Una brutta malattia, di quelle che non perdonano.

E che, nonostante tu abbia tutta la disponibilità finanziaria possibile, se ne infischia di chi sei e di quanto hai.

Questi eventi mi fanno fermare e mi fanno riflettere.

Diciamo che mi fanno pensare ancora una volta che tutti i loop emotivi del mondo, le paturnie, i down, le incazzature, sono cose insignificanti.

Sono ben altre le cose importanti. Tutto il resto sono orpelli ed accessori utili a mettere un po’ di movimento nella quotidianità.

E mi fanno pensare che tutti i loop emotivi del mondo, le paturnie, i down, le incazzature, possono (e devono) essere trasformate in occasioni di crescita e di stimolo per apprezzare che siamo vivi e che stiamo bene. E che dobbiamo avere cura del nostro “essere vivi” e del nostro “stare bene”.

Immagine tratta da “Hub09 – Social Design”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...