Una giornata istruttiva e costruttiva (2° lezione di Coaching Lab)

Ieri ho partecipato alla seconda giornata del Coaching Lab di Extraordinary.

L’ospite della giornata è stata Connie Schottky (tradotta dalla coach Cristina), olandese di nascita, cittadina del mondo di adozione e, tra le sue specializzazioni, anche trainer di Anthony Robbins (non mi dilungo in cenni biografici, ampiamente illustrati nel suo sito).

Non avevo mai visto Connie in azione, ma tutti me ne avevano parlato bene e mi avevano anticipato che è molto pratica.

Sono state confermate le aspettative che mi ero creata, anzi sono state anche ampiamente superate.

Donna carismatica, che “riempie lo spazio”, dallo sguardo vivacissimo, ha spiegato la “Psicologia dei 6 Bisogni” di Anthony Robbins.

Ci ha fatto lavorare molto, moltissimo.

Ci ha fatto scrivere la nostra graduatoria dei bisogni e mi sono accorta che mentre si proseguiva nella giornata, nella mia mente avveniva una modifica nell’ordine dei bisogni che avevo inizialmente scritto. E credo che non sia finita qui: fra qualche giorno li riprenderò in mano ed esaminerò se è avvenuto un ulteriore modifica nella scala dei bisogni (come credo).

Mi sono resa conto (e ho avuto modo di confrontarmi anche con Matteo, Lisa e Carina Paula, al termine della giornata nei consueti 10 minuti di “brainstorming”) che pare un metodo di superficie, ma si tratta in realtà di una metodica che va molto in profondità. Incominci a scandagliare la tua anima, il tuo cuore, e pian-piano scopri cosa è realmente importante per te, quali sono i tuoi bisogni primari che ti spingono a fare le cose.

Ma è anche un sistema che, opportunamente utlizzato, è validissimo nell’utilizzo immediato nella vita di tutti i giorni, per comprendere gli altri e le loro modalità operative in tutti gli ambienti nei quali si muovono e vivono.

Ora che sto leggendo anche il suo libro “Finding your forever love”, in lingua inglese ma comprensibilissimo (unendo quindi anche l’occasione per rispolverare il mio inglese un po’ arrugginito), mi sembra di essere immersa in una sessione di life coaching dove il “coachee” sono io.

Da questa giornata e dal libro, sto imparando ancora qualcosa di nuovo di me stessa. Sto definendo che cosa è importante per me, cosa mi motiva e quali sono i miei bisogni, le mie necessità che mi spingono a compiere determinate azioni e ad attuare comportamenti ed automatismi in varie situazioni.

Per me è molto importante sperimentare in prima persona le tecniche, per comprenderle appieno e viverle in modo il più completo possibile, prima di sperimentarle sugli altri.

Una continua scoperta di se stessi e degli altri. Un viaggio affascinante.

3 pensieri su “Una giornata istruttiva e costruttiva (2° lezione di Coaching Lab)

  1. Sono proprio d’accordo con te Barbara: la continua scoperta di se stessi e degli altri è davvero un viaggio affascinante! …E Connie, con la sua femminilità e la sua determinazione, ci ha accompagnato con grande maestria.

  2. Pingback: Effetto Extraordinary « BarbaraOlivieri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...