Arcimboldo

Giuseppe Arcimboldi è un nome che a molti non dice nulla, ma tutti hanno ben presente le opere di questo originalissimo artista: le famose teste composte di fiori, frutta, animali, oggetti … Un eccentrico sicuramente, un “ghiribizzoso” sicuramente, ma Arcimboldo è molto di più. E’ innanzitutto un pittore milanese del Cinquecento, figlio di pittore, che si forma e respira l’aria dell’ambiente lombardo ricco di stimoli e improntato al naturalismo a cui, pur in versione molto personale, l’Arcimboldo si ispira. Da Milano e dalla Lombardia si trasferì per venticinque anni presso la Corte degli Asburgo raccogliendo onori e fama, forse per questo i milanesi lo hanno dimenticato … E’ giunta quindi l’ora che il grande pubblico conosca l’uomo e l’artista in questa mostra che apre nuovi spiragli dopo anni di studi e approfondimenti. [dal sito http://www.gruppoartema.it]

Ho partecipato alla visita guidata di Artema (www.gruppoartema.it) alla mostra dell’Arcimboldo (a Palazzo Reale a Milano, fino al 22 maggio 2011). Molto, molto bella: bello l’allestimento e bellissime le opere, gli oggetti ed i disegni esposti.

Preziosa nella qualità: al mondo sono presenti 20 dipinti dell’Arcimboldo, di cui 16 sono esposti nella mostra, più disegni ed illustrazioni dello stesso Arcimboldo e di altri artisti presenti nella Milano del 500 (tra cui alcuni magnifici studi di teste di Leonardo).

Arcimboldo 1

La mostra ruota attorno alle rappresentazioni naturalistiche di flora e fauna, molto in voga ai tempi dell’Arcimboldo, fonte di documentazione di specie animali e vegetali. Espone alcuni studi di fisiognomica di Leonardo e di altri artisti/seguaci, che danno origine alle caricature tante care ai divertimenti di corte e fonte di ispirazione per i quadri di Arcimboldo.

Mostra gli interessi molteplici dell’artista, svelando un personaggio molto acculturato e curioso, esperto di arte e di antiquariato.

Il tutto è accompagnato dalla esposizione  di oggetti dell’epoca, armature, tessuti, bozzetti (di Arcimboldo e non) per oggetti e allestimenti di fantasmagoriche feste (compresi costumi per feste in maschera e a tema).

L’intera mostra sembra una grande “wunderkammer” (la camera delle meraviglie) tanto cara ai nobili del tempo che amavano collezionare oggetti antichi, fantastici e provenienti da paesi esotici, con l’obiettivo di mostrare le meraviglie di mondi inesplorati.

Per chi visita la mostra è un bel tuffo in un altro secolo, accompagnati da musiche del Cinquecento e immersi nei colori che ricordano quell’epoca: colori caldi e ricchi.

Arcimboldo 2

Bella mostra davvero, divertente e lieve, come possiamo immaginarci fossero le feste e gli ambienti nobili del tempo, intristi di fantasmagoria e meraviglia.

La mostra si estende idealmente anche al di fuori delle mura di Palazzo Reale, sconfinando all’interno del Duomo di cui alcune vetrate Arcimboldo fu disegnatore ed ideatore (e di cui un “campione” proveniente dal museo del Duomo è esposto nella mostra).

2 pensieri su “Arcimboldo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...